Rubrica: L’importanza della diffusione delle strutture di ricarica in Europa

11-03-2021

L’Europa si sta elettrizzando. Con ben oltre un milione di immatricolazioni nel 2020, le auto elettriche hanno raggiunto un nuovo record di vendite. L’Europa è ora anche davanti alla Cina con la quota di nuovi BEV e PHEV nelle vendite totali. Questa è una grande notizia! Tuttavia, per continuare questa crescita e per raggiungere gli ambiziosi obiettivi dell’UE in termini di riduzione di CO2, è necessario accelerare l’espansione delle infrastrutture europee di ricarica per le auto elettriche.

Purtroppo, l’infrastruttura non sta tenendo il passo con l’aumento delle vendite di veicoli elettrici. Questo è piuttosto strano dato che i governi europei prevedono benefici fiscali o incentivi per promuovere la guida elettrica! Il fatto che l’infrastruttura rimanga indietro potrebbe portarci a un punto in cui l’aumento del numero di auto elettriche rallenti a causa della carenza di punti di ricarica, o di code presso un punto di ricarica. Questo non dovrebbe essere un motivo per non comprare un’auto elettrica, quando i consumatori vogliono effettivamente farlo. Per esempio, circa il 75% di tutti i punti di ricarica in Europa si trovano in soli cinque paesi. Vale a dire in Olanda, Norvegia, Germania, Francia e Regno Unito.

Noi di MG siamo impegnati a rendere accessibile la mobilità elettrica ma abbiamo bisogno di un’infrastruttura di ricarica efficiente per mantenere le nostre promesse ai nostri clienti, pertanto sosteniamo pienamente l’appello urgente dell’Associazione europea dei costruttori di automobili (ACEA), Transport & Environment (T&E) e l’Organizzazione europea dei consumatori (BEUC). In una lettera congiunta ai commissari UE per il clima, i trasporti, l’industria e l’energia, è stato chiesto di avere un milione di punti di ricarica pubblici operativi entro il 2024, e tre milioni entro il 2029.

Questo obiettivo manda un chiaro segnale della necessità che il numero di punti di ricarica pubblici cresca in linea con il parco veicoli elettrici così gli automobilisti europei possono acquistare un’auto elettrica con fiducia, senza temere la mancanza di stazioni di ricarica. Ovviamente è importante che l’infrastruttura di ricarica sia ben distribuita in tutta Europa e non limitata a un numero selezionato di paesi.

Come sottolineato nella lettera congiunta, questo offre anche opportunità per gli operatori di rete e gli operatori delle stazioni di ricarica. Inoltre rappresenta il potenziale per creare innumerevoli posti di lavoro in questo settore. Il raggiungimento degli obiettivi di ricarica EV per paese sono un ottimo modo per far sì che questo accada!”

Matt Lei, CEO MG Motor Europe

Recent blogs

Gestione dei Cookie

News.mgmotor.eu utilizza cookie essenziali, cookie per migliorare il sito Web e i social media e cookie pubblicitari per fornirti il ​​miglior servizio possibile e per assicurarti di vedere annunci pertinenti. Le nostre statistiche web sono completamente anonime. Visualizza la nostra politica sui cookie qui.