Qual è la differenza tra caricatore monofase e trifase?

30-11-2021
Quando si tratta di ricaricare un’auto elettrica, si parla molto di ricarica “monofase” e “trifase”. Questo è determinante per la potenza che un punto di ricarica può fornire ed è particolarmente importante se si vuole installare un punto di ricarica domestico. Scopri tutto quello che devi sapere su questi argomenti.

Iniziamo con una breve spiegazione sui cavi elettrici. Il cavo per alimentare un normale dispositivo elettrico (domestico) contiene almeno due fili: un cosiddetto ‘filo di fase’ (di solito marrone o nero) per l’alimentazione e un filo neutro (blu) per la messa a terra.

Nella maggior parte dell’Europa, la rete elettrica usa tre fili di fase (3x230V) e un filo neutro. Nella stragrande maggioranza delle nostre case e degli uffici, tuttavia, solo un filo di fase (1x230V) arriva a casa tua nella scatola elettrica. Questo è quindi chiamato un collegamento ‘monofase’. Se vuoi installare un punto di ricarica EV a casa tua e hai una connessione monofase, il caricabatterie può fornire una potenza massima di 3,7 kW o 7,4 kW, a seconda dell’RCD (16 o 32 Ampere).

Connessione trifase

Con una connessione trifase, come dice il nome, il circuito elettrico della tua casa è collegato con tre fili di fase dalla rete (3x230V/400V). In questo caso, il punto di ricarica è in grado di fornire 11 kW di 22 kW. Molte case moderne ed edifici per uffici fino a dieci anni sono già dotati di una connessione trifase come standard, mentre molte case hanno una connessione trifase installata successivamente. Questo potrebbe essere necessario, per esempio, anche per l’uso di un piano cottura a induzione.

Caricatore di bordo da 11 kW 

A causa della crescente capacità della batteria delle auto elettriche, è importante che la batteria possa essere caricata anche a velocità più elevate. La nuova MG Marvel R Electric, così come la nuova MG5 Electric e la versione a batteria Long Range della nuova MG ZS EV, hanno un potente caricabatterie di bordo con il quale la batteria può essere caricata fino a 11 kW con corrente alternata (AC). Questo è molto comodo nella vita quotidiana. Ma il punto di ricarica deve essere in grado di fornire tale potenza. E per questo, è necessario un collegamento trifase. Se necessario, puoi far adattare l’RCD e far installare una connessione trifase.
Nella maggior parte dei punti di ricarica pubblici (CA), si può già caricare con 11 kW. Più della metà delle colonnine pubbliche di ricarica AC in Europa sono collegate direttamente alla rete elettrica trifase locale. In questo caso, una batteria viene ricaricata completamente in 6-7 ore. Si possono trovare anche punti di ricarica da 22 kW in Europa, con due connessioni in modo che due EV possano caricare simultaneamente con 11 kW.

Recent blogs

Gestione dei Cookie

News.mgmotor.eu utilizza cookie essenziali, cookie per migliorare il sito Web e i social media e cookie pubblicitari per fornirti il ​​miglior servizio possibile e per assicurarti di vedere annunci pertinenti. Le nostre statistiche web sono completamente anonime. Visualizza la nostra politica sui cookie qui.